Reclami Gas e Luce Blackoutenergia-p1

Risarcimento danni da sbalzi di tensione, interruzioni o blackout?

Con il nostro aiuto ottieni l’indennizzo che ti spetta dal tuo fornitore di energia elettrica per i danni che hai subito!

Gli sbalzi di corrente, i cali di tensione e i blackout possono causare danni irreparabili a dispositivi elettronici e macchinari. La legge tutela i consumatori per i danni causati da malfunzionamenti della rete elettrica: hai diritto a ottenere il risarcimento da parte del
fornitore di energia elettrica, nei casi in cui:

  • La responsabilità del guasto è dell’azienda elettrica;
  • Il blackout non è stato comunicato in anticipo agli utenti;
  • La ripresa della fornitura di energia elettrica non è avvenuta entro i tempi previsti;
  • L’interruzione di corrente ha comportato danni dimostrabili.

I rimborsi per danni da blackout

Le tipologie più comuni di danni per sbalzi di tensione risarcibili sono quelli relativi a elettrodomestici, computer, e altri dispositivi elettronici, i danni diretti e indiretti causati dall’interruzione di energia elettrica alle attività commerciale, i guasti derivanti da
sovratensione e blackout.

In tutti questi casi è possibile chiedere e ottenere un indennizzo per l’interruzione di energia.

Il nostro servizio du consulenza “Blackout Energia” è dedicato a supportare gli utenti finali dei distributori di energia elettrica nella gestione delle richieste di risarcimento. Attraverso al consulenza del nostro team di esperti offriamo un servizio completo che include:

  • Consulenza gratuita per valutare il tuo caso;
  • Supporto per compilazione e invio del modulo di risarcimento danni;
  • Gestione completa della pratica con il fornitore di energia elettrica (Enel o altri);
  • Assistenza legale in caso di necessità.

Perché affidarti a noi per il risarcimento danni da sbalzi di tensione?

  • Esperienza pluriennale nelle richieste di risarcimento danni nel settore energetico;
  • Elevata percentuale di successo nelle pratiche gestite;
  • Nessun costo di avvio: in caso di risarcimento sarà il distributore di energia a rimborsare le spese del nostro servizio;
  • Massima trasparenza e aggiornamento costante sullo stato della pratica.

Come funziona il servizio

Inviaci la tua richiesta, ti contatteremo entro 24 ore per ottenere una valutazione gratuita da un nostro consulente esperto:.

  • Se esistono i presupposti per il risarcimento, ti aiutiamo a compilare e inviare il modulo di risarcimento danni al tuo fornitore di energia elettrica.
  • Seguiamo l’evoluzione della pratica con il fornitore di energia elettrica e ti aggiorniamo su ogni sviluppo.
  • Ricevi il tuo risarcimento per i danni subiti, le nostre spese di assistenza sono pagate dalla controparte.

Affidati a blackout Energia

Prima di accettare una richiesta di rimborso, valutiamo con attenzione le possibilità di ottenere il risarcimento. Se la valutazione è positiva, ci occupiamo di ogni aspetto della pratica, così puoi continuare il tuo lavoro e la tua vita quotidiana senza stress.

Per avviare la tua richiesta di risarcimento, contattaci oggi stesso. Siamo pronti a supportarti nel processo di risarcimento per sbalzi di tensione, blackout e altri problemi energetici.

Contattaci attraverso il pulsante qui sotto. A tutto il resto ci occupiamo noi.

Domande Frequenti (FAQ)

Cosa fare se hai subito danni da sbalzi di tensione, interruzioni o blackout?

Nel caso in cui non si risponda alle sollecitazioni del recupero crediti, la situazione potrebbe aggravarsi. Le agenzie di recupero crediti possono intensificare i tentativi di contatto, utilizzando chiamate telefoniche, lettere formali, e in alcuni casi visite domiciliari. Ignorare le comunicazioni può portare a ulteriori azioni legali come l’emissione di un decreto ingiuntivo, che potrebbe culminare in pignoramenti di beni o stipendi. Per questo è importante comunicare con la controparte ed evitare complicazioni legali, ma trovare un accordo soddisfacente per il pagamento del debito.

Il risarcimento danni Enel (o da parte di un altro distributore di energia come ACEA, Iren, A2A, ecc…) prevede l’indennizzo del consumatore per i danni derivanti da sbalzi di tensione o blackout. Il distributore valuta le richieste attraverso specifici criteri, tra cui la durata e la frequenza delle interruzioni del servizio e l’effettiva responsabilità dell’azienda. Per avviare la procedura di risarcimento, è necessario compilare un modulo di risarcimento danni disponibile sul sito ufficiale di Enel o del distributore di riferimento, oppure contattare il servizio clienti dell’azienda stessa.

Per chiedere il rimborso dei danni è importante seguire la procedura corretta: anzitutto è necessario documentare accuratamente i danni subiti, come guasti a elettrodomestici o apparecchiature elettroniche. Successivamente, si deve compilare il modulo di reclamo disponibile sul sito del fornitore di energia elettrica, allegando tutta la documentazione
richiesta, inclusi eventuali preventivi di riparazione o sostituzione. È possibile inviare il reclamo via email o posta raccomandata, assicurandosi di ricevere una conferma di ricezione.

La richiesta di risarcimento danni può essere inoltrata quando si verificano disservizi imputabili al distributore di energia: per esempio blackout prolungati, sbalzi di tensione o interruzioni non programmate della fornitura elettrica, che causano danni materiali. Generalmente, il risarcimento è riconosciuto se i danni sono diretti e dimostrabili, e se la responsabilità del distributore è accertata.

A quanto ammonta l’importo di rimborso in caso di risarcimento?

  • Prova del danno come fotografie o video;
  • Preventivi e/o fatture di riparazione o sostituzione;
  • Relazione tecnica, redatta da un perito, che accerti il danno e l’eventuale irreparabilità
    del bene;
  • Dati del contratto come numero cliente e codice POD (Point of Delivery).

L’importo di rimborso per il risarcimento danni varia in base alla natura e all’entità del danno subito: l’indennizzo infatti copre i costi di riparazione o di sostituzione degli apparecchi danneggiati, applicando una possibile percentuale di usura del bene danneggiato. Per questo motivo è imprescindibile presentare preventivi dettagliati e fatture per la riparazione o l’acquisto dei nuovi dispositivi. Il distributore di energia valuta attentamente ogni richiesta singolarmente e determina l’importo del risarcimento in base alla documentazione fornita: più è dettagliata maggiori sono le possibilità di ottenere il massimo dell’importo.

In caso di sbalzi di tensione è necessario contattare tempestivamente il servizio clienti del proprio distributore di energia elettrica tramite il numero verde dedicato disponibile sul sito ufficiale, oppure attraverso l’area clienti online. Consigliamo inoltre l’invio di una segnalazione scritta via email o posta raccomandata, riportante la descrizione dettagliata dell’accaduto, allegando eventuali prove dei danni. Il distributore fornirà istruzioni specifiche su come procedere con la richiesta di risarcimento.