Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?

Disservizi
Reclami Gas e Luce lettura-contatori Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?

Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?

Condivi su:
Reclami Gas e Luce icon_Follow_en_US Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?  0
Reclami Gas e Luce en_US Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?  0
Reclami Gas e Luce en_US_Tweet Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?  20
Reclami Gas e Luce en_US_save Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?  20

La sostituzione dei contatori, oggi comune a causa dell’ammodernamento con dispositivi di nuova generazione, richiede attenzione per evitare situazioni critiche. Un malfunzionamento del contatore, un display illeggibile o una manomissione possono comportare ricalcoli dei consumi e, di conseguenza, conguagli. Attenzione alle maxi bollette

Può accadere che il distributore di energia elettrica contatti un privato o un’azienda per intervenire attraverso una sostituzione dei contatori. La pratica è diffusa e serve per introdurre dispositivi più moderni ed efficienti. Tuttavia, può succedere che il contatore, dopo la sostituzione, risulti manomesso e che quindi non consenta di calcolare i consumi in modo corretto.

La manomissione del contatore avviene quando questo viene alterato fino a ridurre o eludere la registrazione del consumo effettivo di energia elettrica. Il risultato sono maxi bollette che vengono inviate ai consumatori a seguito di conguagli. A questo punto, è importante intervenire per individuare la manomissione ed evitare di pagare per energia che non si consuma.

Leggi la storia di come abbiamo aiutato un nostro cliente

Cosa fare in caso di maxi bolletta dopo la sostituzione del contatore

La manomissione di contatore è una pratica illegale. Alcuni consumatori cercano di rubare energia elettrica alterando il contatore oppure dirottando la fornitura su quello di un altro individuo. Tuttavia, ci sono anche delle evenienze per cui l’errore proviene direttamente dal distributore di energia. Per comprendere di chi è la colpa, e quindi chi deve pagare, si richiede l’intervento della società di distribuzione che accerta la manomissione.

Una volta accertata la manomissione, vengono effettuati dei ricalcoli. La società che distribuisce l’energia ricostruirà i consumi sulla base di stime, addebitando al colpevole le irregolarità. Con la recente decisione dell’ARERA, il periodo di prescrizione per le fatture è stato ridotto da 5 a 2 anni. Ciò significa che il distributore può ricalcolare i consumi fino a 2 anni precedenti, salvo eccezione se l’errore è imputabile al titolare del contratto. È fondamentale che i cittadini siano consapevoli di queste normative.

Il distributore è tenuto a rivedere anche le bollette già ricevute dal cliente a seguito della sostituzione, rimborsando i soldi spesi per l’elettricità non consumata. Se questo non avviene, non esitare a rivolgerti a Reclami Gas e Luce, in modo che possiamo trovare una soluzione efficace per consentirti di pagare solo quello che devi.

E se la manomissione non dipende dalla società di distribuzione?

Ci sono dei casi in cui ci si ritrova con un contatore manomesso senza sapere esattamente la causa. Per esempio, quando compriamo un appartamento, non sappiamo mai cosa sia accaduto prima del nostro arrivo ed è bene prestare attenzione.

Il primo passo, quando si compra casa, è verificare lo stato del contatore prima di prendere possesso dell’immobile. Bisogna contattare il il fornitore o il distributore, a secondo se l’utenza è già attiva o meno, che invierà un tecnico pronto a effettuare dei test e a rilasciare un verbale.

Se ci si trova ingiustamente accusati di aver manipolato il contatore, è essenziale difendere la propria innocenza in modo tempestivo e accurato. Invia una raccomandata con avviso di ricevimento al distributore, sottolineando le circostanze che dimostrano la tua estraneità al caso. Ad esempio, se il contatore è utilizzato da un inquilino, fornisci prove come il contratto di locazione registrato.

Inoltre, contesta i costi delle bollette basate sui consumi presunti calcolati a seguito dell’accertamento della manomissione del contatore. È consigliabile contattare dei professionisti del settore per ottenere assistenza specializzata e contestare l’accertamento operato dal distributore o da imprese delegate, e di garantire che i controlli sui contatori siano stati effettuati nel rispetto della legge.

Noi di Reclami Gas e Luce possiamo supportarti in queste operazioni grazie a un team di specialisti. Valutiamo il tuo caso e individuiamo una strategia di tutela. Se hai ricevuto una ricostruzione per manomissione o una maxi bolletta, segnalaci il tuo caso e interverremo immediatamente.

Leggi la storia di come abbiamo aiutato un nostro cliente

Condivi su:
Reclami Gas e Luce icon_Follow_en_US Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?  0
Reclami Gas e Luce en_US Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?  0
Reclami Gas e Luce en_US_Tweet Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?  20
Reclami Gas e Luce en_US_save Manomissione del contatore: come reagire alle bollette troppo alte?  20
Tags :
contatore enel,manomissione,ricostruzione

Convidivi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *